Home » Green Cave » Green Cave: stage con la Compagnia d’Improvvisazione Olistica “Didinò”

Green Cave: stage con la Compagnia d’Improvvisazione Olistica “Didinò”

Green Cave: stage con la Compagnia d’Improvvisazione Olistica “Didinò”

Il 9 e 10 novembre un weekend di lezioni di gruppo e uno spettacolo messo in scena dalla stessa compagnia la sera del 9 novembre. L’improvvisazione teatrale libera la spontaneità di ognuno nella dimensione del gruppo.


La Green Cave di FestambienteSud, centro culturale di Legambiente a Monte Sant’Angelo, a propone un weekend all’insegna dell’improvvisazione teatrale con la Compagnia d’Improvvisazione Olistica “Didinò”. Lo stage, che si terrà sabato 9 e domenica 10 novembre 2019, si pone l’obiettivo di fornire i primi strumenti necessari per comprendere la tecnica dell’improvvisazione teatrale. Un breve percorso di dieci ore nelle quali i partecipanti ritroveranno una parte dimenticata del proprio essere: il bambino che c’è in noi.

La compagnia Didinò, inoltre, si esibirà in uno spettacolo d’improvvisazione sabato 9 novembre alle ore 21.

L’improvvisazione teatrale è un’arte di gruppo, dove il singolo sviluppa estro e immaginazione, impara ad interagire con gli altri per arrivare all’obiettivo comune: la creazione di uno spettacolo direttamente in scena. Durante le lezioni ci si riappropria della spontaneità dei gesti e delle parole. si riscopre la fantasia e si impara ad affidarsi al proprio intuito e ai propri istinti, senza giudicare o essere giudicati.

La COMPAGNIA D’IMPROVVISAZIONE OLISTICA DIDINÒ prende il nome da una semplice e fondamentale regola dell’improvvisazione teatrale: MAI DIRE DI NO! Ed è proprio questo uno dei motivi della scelta del nome: il voler rompere le regole e gli schemi, interagendo con il pubblico per creare spettacoli COINVOLGENTI, EMOZIONANTI e soprattutto COMICI. Ogni volta vanno in scena spettacoli differenti basati su libri, su film, su serie tv e su tutto quello che passa per le strane menti di Alice Razzoli, Isabella Ganzerli, Isabella Trinh, Serena Pensieri, Daniele Sala, Michele Padalino, Paolo Righini, Valentino Secchi e Matteo Accorsi!

Perché Olistica? Secondo la teoria olistica un sistema non può essere conosciuto come somma lineare delle parti che lo compongono. Detto più semplicemente, il tutto non è riducibile alla somma delle parti di cui è composto, poiché il tutto è più della somma di queste. Forse l’olismo è uno dei regni irriducibili di quell’intuito, di quell’elaborazione sottile che ci fa percepire la differenza fra delle macchie di colore e il 3 maggio 1808 di Goya, che segna la diversità fra una successione di suoni e la quarta sinfonia di Brahms. O per cui una battuta spiegata non fa più ridere nessuno.

Per informazioni e prenotazioni:

telefonare al cell. 3791175345 o recarsi direttamente nella Green Cave di FestambienteSud, in via Garibaldi 27 a Monte Sant’Angelo (Fg).

www.festambientesud.it

Rispondi