Home » Green Cave » Miti e storie del Gargano: torna il Teatro Civile Festival

Miti e storie del Gargano: torna il Teatro Civile Festival

Miti e storie del Gargano: torna il Teatro Civile Festival

L’XI edizione del festival teatrale di Legambiente è dedicata al mito, inizia con uno spettacolo per ragazzi con il mito classico di Ade e Persefone, prosegue con la leggenda vichese di Taborre e Maddalena e chiude e con un incontro musicale con la cantautrice Erica Mou. Due gli incontri: uno dedicato al cibo e l’altro ai miti garganici.

SCARICA IL PROGRAMMA

Inizia domani 28 dicembre 2019, con “Ade e Persefone” (ore 17, auditorium delle Clarisse – ingresso libero), spettacolo teatrale della Piccola Compagnia Impertinente per ragazzi e le loro famiglie, l’XI edizione del Teatro Civile Festivalintitolata “Miti e Storie del Gargano”. Segue alle 19 nella Green Cave l’incontro “Il Granaio d’Italia– la produzione artigianale di Pasta, terzo appuntamento del progetto Agri.Cultura – BIOrizzonti, con assessorato all’agricoltura della regione puglia e Slow Food Gargano.

Il festival prosegue il 29 dicembre con l’incontro “Miti e Storie del Gargano” (ore 18.30 nella Green Cave – ingresso libero), dedicato al patrimonio mitologico del promontorio e con lo spettacolo “Taborre e Maddalena” di Armamaxa Teatro (ore 21, auditorium delle Clarisse – ingresso libero).  Termina in musica il 30 dicembre con il concerto di Erica Mou, la cantautrice pugliese che chiuderà anche le attività 2019 della Green Cave (ore 21 nella Green Cave – prenotazioni al 379 117 5345).

Il Gargano è terra che offre un vasto patrimonio di miti e leggende che nei secoli si sono stratificati e che hanno conosciuto un’evoluzione nel tempo. Alcuni di questi, come il mito di Diomede e quello di Garganus, ci sono stati tramandati da fonti letterarie antiche e medievali, altri, come la leggenda di Taborre e Maddalena e Cristalda e Pizzomunno, o alcune figure delle piccole leggende rurali o domestiche, hanno lasciato traccia nella cultura orale, tramandata nei secoli. Dopo le anteprime dei giorni scorsi con Maria Leonarda Notarangelo sui miti dauni e la saga di Diomede, torniamo con un programma di eventi che ci mette in contatto con il fenomeno del mito in generale, ma anche con una forte attenzione al patrimonio mitologico della nostra terra.

Il festival è organizzato da Legambiente FestambienteSud e sostenuto da Regione Puglia (FSC 2014-20) e Comune di Monte Sant’Angelo. 

PROGRAMMA E SCHEDE ARTISTICHE

28 DICEMBRE 2019

ore 17 – TEATRO CIVILE FESTIVAL
SPETTACOLO TEATRALE PER RAGAZZI CON LA PICCOLA COMPAGNIA IMPERTINENTE
ADE E PERSEFONE
Auditorium delle Clarisse – ingresso libero
Scritto e diretto da MICHELE CORRERA e ANGELICA D’AMBROSIO, con SIMONA BORDASCO, ASIA CORRERA, MICHELE CORRERA, MARIO MIGNOGNA. Produzione PICCOLA COMPAGNIA IMPERTINENTE.
Ade è il dio degli Inferi, confinato nel suo regno a controllare le numerose anime che di giorno in giorno arrivano per occupare il proprio posto, mentre spia da lontano la ragazza di cui è innamorato: Persefone, figlia della dea Demetra. A dare una scossa alle giornate monotone del dio ci pensano Pena e Panico, due demonetti pasticcioni e impacciati, che decidono di fargli conoscere Persefone portandola da lui. Demetra, infuriata, farà di tutto per impedire che Ade si intrometta nella vita di sua figlia.
Riusciranno Ade e Persefone a sfidare il loro destino e ad avere la meglio?

ore 19 – PROGETTO AGRI.CULTURA_BIORIZZONTI
IL GRANAIO D’ITALIA – LA PRODUZIONE ARTIGIANALE DI PASTA
In collaborazione con Assessorato all’agricoltura della Regione Puglia e Slow Food Gargano
PIO DI GIORGIO, responsabile condotta Slow Food Gargano
DOMENICO PRENCIPE, Pastificio Casa Prencipe
PAOLA CAMPANARO, Molino Campanaro srl
LEONARDO PETRUCCELLI, Az. Agricola Zilletta di Brancia
Segue assaggio guidato di paste con Domenico Prencipe.

29 DICEMBRE 2019

ore 18.30 – TEATRO CIVILE FESTIVAL
MITI E STORIE DEL GARGANO
Incontro con GIUSEPPE MARATEA, ANDREA PACILLI, GRAZIA GALANTE, MARCO TROTTA.
Il Gargano è terra che offre un vasto patrimonio di miti e leggende che nei secoli si sono stratificati e che hanno conosciuto una evoluzione nel tempo. Alcuni di questi, come il mito di Diomede e quello di Garganus, ci sono stati tramandati da fonti letterarie antiche e medievali, altri, come le leggende di Taborre e Maddalena e Cristalda e Pizzomunno, o alcune figure delle piccole leggende rurali o domestiche, hanno lasciato traccia nella cultura orale, tramandata nei secoli.

ore 21 – TEATRO CIVILE FESTIVAL
SPETTACOLO TEATRALE CON LA COMPAGNIA ARMAMAXA TEATRO
LA STORIA DI TABORRE E MADDALENA
Auditorium delle Clarisse – ingresso libero
di ENRICO MESSINA, con ENRICO MESSINA, MIRKO LODEDO, musica originale in scena MIRKO LODEDO, collaborazione alla messa in scena MICAELA SAPIENZA, organizzazione MASSIMO MOMOLI. Produzione ARMAMAXA teatro – Residenza Teatrale di Ceglie Messapica / CASARMONICA. 
Raccontare storie è necessità profonda dell’essere umano. Dare forma di storia all’esperienza vissuta per comprendere e dare ordine a quanto accade; per conservarne la memoria. Lo spettacolo narra la storia di due giovani che la sorte ha destinato a vite diverse. Fuggono dal loro impossibile amore e trovano rifugio in una radura del Gargano, presso la casa di un vecchio pastore costruita “intorno” al suo letto, scavato dentro un albero di pere. Nell’incontro silenzioso dei tre, l’uomo offre ai due ragazzi un frutto poi, piantati i semi raccolti per tutta la sua vita, comincia la narrazione. E racconta loro la storia di un re di un’epoca lontana che aveva tre figli e un grande giardino con, al centro, un albero di pere… Il lavoro nasce dall’incontro di un attore e un musicista che, ritrovatisi intorno ad una tavola imbandita, hanno cominciato a raccontarsi. Perché così nascono le storie: con i suoni e le parole semplici di chi si ritrova a condividere un pasto. 

30 DICEMBRE 2019

ore 21 – TEATRO CIVILE FESTIVAL – CONCERTO DI FINE ANNO
ERICA MOU
Green Cave, evento con prenotazione 379 117 5345 
ERICA MOU, nome d’arte di Erica Musci – è una delle più interessanti cantautrici italiane. Nata a Bisceglie, in Puglia, classe 1990, scrive e compone da sempre la propria musica, in cui alterna grazia innocente a sensuale ironia. Una delle voci più singolari del panorama musicale italiano, da anni si dedica ad una intensa attività live in tutta Italia. Per noi è un ritorno, perché è stata già nostra ospite a FestambienteSud 2011.

Rispondi