Home » primo piano » Seconda giornata del Teatro Civile Festival, il programma di sabato 28 dicembre

Seconda giornata del Teatro Civile Festival, il programma di sabato 28 dicembre

Seconda giornata del Teatro Civile Festival, il programma di sabato 28 dicembre

Teatro ragazzi con la compagnia Burambò (ore 10.45, Auditorium), l’incontro “Itinerari culturali: i Siti Unesco” (ore 16.30, Museo Tancredi), gli spettacoli teatrali “CucinarRamingo” (Sala conferenze, ore 18.30) e l’anteprima nazionale di “1914-1918, la guerra degli ultimi. Diario di un alpino” (Auditorium, ore 20.45), il libro “I piedi al muro (dedicato alle donne Saharawi)”: il programma della seconda giornata del festival teatrale di Legambiente.

Fino al 30 dicembre 2013, nella Città Unesco di Monte Sant’Angelo, va in scena il Teatro Civile Festival di Legambiente. “Storie ed emozioni di un’Italia che cambia” il tema della settima edizione.

La seconda giornata del festival teatrale di Legambiente inizia alle ore 10.45 (Auditorium, ticket € 2,50) con il teatro ragazzi: la Compagnia Burambò porta in scena SECONDO PINOCCHIO, Spettacolo vincitore Eolo Awards, migliore spettacolo di teatro di figura 2012 e Festebà 2012.

Pinocchio, legato al collo da una catena, ulula al pari di un cane. Alle sue spalle, il burattinaio lo libera ricordadogli che la scena che lo vede braccato dal contadino è stata tolta dal copione. Dal principio si chiarisce quale sarà la cifra dello spettacolo: la finzione è scenicamente dichiarata. Questo permetterà al protagonista di vivere apertamente una relazione giocosa e spontanea con gli animatori. Pinocchio decide di raccontare alcune parti della sua storia e di rappresentarne altre, usando come controfigura una marionetta di legno, che nascerà in una delle prime scene, quando il falegname Geppetto, creerà il suo straordinario figliuolo, già dispettoso e pieno di vita.

Secondo Pinocchio - teatro ragazzi

Secondo Pinocchio – teatro ragazzi

Alle ore 16.30 (Museo Tancredi, ingresso libero) l’incontro “Itinerari culturali: le reti Unesco” promosso da Legambiente, Comune di Monte Sant’Angelo, Università di Foggia e Vivilitalia. All’incontro partecipano sia le città Unesco della Puglia, sia i siti della “Langobardia Minor”, della candidatura seriale “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere”.

Previsti gli interventi di Giovanni Granatiero (Presidente dell’associazione Italia Langobardorum), Giuliano Volpe (Università di Foggia), Michele Longo (Sindaco del Comune di Alberobello), Paolo Pacifici (Sindaco di Campello sul Clitumno), Raffaele del Vecchio (Vice Sindaco e Assessore alla Cultura del Comune di Benevento), Giorgio Flamini (delegato del Comune di Spoleto), Antonio Nespoli (Assessore alla Cultura del Comune di Andria), Antonio Mazzamurro (Assessore al Turismo del Comune di Monte Sant’Angelo), Sebastiano Venneri (Presidente di Vivilitalia).

Alle ore 18.30 (Sala conferenze, ticket € 2,50) il primo spettacolo teatrale della scena contemporanea: Giancarlo Boise porta in scena “CUCINARAMINGO. In capo al mondo… scoglio, gabbiano e navicella”, progetto vincitore del Premio Tuttoteatro.com Dante Cappelletti 2012.

Già nell’antica Grecia si crea una profonda relazione tra cibo e musica. I primi strumenti musicali presero forma sugli altari, nacquero dai “resti” di sacrifici. Il banchetto allo stesso tempo divenne uno spazio rituale di unione tra terra e cielo. La carne per gli uomini, le ossa arse miste ad aromi destinati alle divinità del cielo. Il fuoco è il tramite, il vero ospite d’onore. Mentre il Cantore accompagnato da una lira o per mezzo della sola voce, destava l’in-canto, un’altra figura si occupava dell’uccisione, del ripartire, arrostire e approntare la tavola: il Mageiros, macellaio-cuoco-sacrificatore.

“CUCINARAMINGO. In capo al mondo… scoglio, gabbiano e navicella” è uno spettacolo di e con Giancarlo Boise – testo di Giancarlo Bloise e Giuliano Scabia – Regia Giancarlo Bloise – re-visioni di Tage Larsen e Giuliano Scabia – Ideatore e progettista macchina scenica Giancarlo Bloise – esecutore e progettista MENTOR SHIMAJ (bottega artigianale Wood-Stock Fi).

CUNINARRAMINGO - Giancarlo Bloise

CUNINARRAMINGO – Giancarlo Bloise

Alle ore 20.45 l’anteprima nazionale dello spettacolo di Daniele Biacchessi e Massimo Priviero: “1914 – 1918, LA GUERRA DEGLI ULTIMI. Diario di un alpino” (Auditorium, ticket € 5,00).

Spettacolo di teatro, letteratura e canzoni, a cent’anni dalla grande guerra. Pietro Antonio Bruna-Rosso, alpino classe 1896, a ottant’anni decide di scrivere “quello che ricordo della mia vita”. La vita di montagna, i ricordi dell’infanzia e della giovinezza incrociando i momenti storici come la rotta di Caporetto, le battaglie sul Monte Nero, perdono ogni retorica e si presentano a noi con i fuochi in lontananza dei paesi bruciati e le granate di cannone che scoppiano al suo fianco uccidendo compagni e amici. La scoperta di una guerra che non fa distinzione tra buoni e cattivi che sono ovunque, perché gli orrori sono equamente distribuiti. E poi la pace con il suo carico di speranze deluse, e l’emigrazione clandestina in Francia, per ricordarci che siamo stati anche noi per molti anni emigranti clandestini in terre straniere.

LA GUERRA DEGLI ULTIMI biacchessi - priviero

LA GUERRA DEGLI ULTIMI biacchessi – priviero

La seconda giornata si chiude con la presentazione del volume “I piedi al muro” di Raffaele Niro (edizioni Rhymers’ Club). Appuntamento alle ore 22.30 presso la Sede di Legambiente (Via Gambadoro, 27).

“Avevo bisogno di ambientare questa storia in un contesto dai confini netti. Per capire dove vivo.
La storia del popolo Sahrawi lo è abbastanza. Un popolo povero esiliato dalla sua terra ricca di risorse naturali, dalla monarchia, marocchina. Un muro, reale, lungo 2.700 km, costruito a tale scopo.
Avevo bisogno di una storia simbolica che rappresentasse le disuguaglianze e povertà crescenti, i diritti umani calpestati, il prepotente ritorno di violenza e guerre. Perché l’esigenza è quella di rimodellare la dimensione etica e la dignità della persona umana” – spiega l’autore.

Il Teatro Civile Festival di Legambiente prosegue nella Città Unesco di Monte Sant’Angelo fino a lunedì 30 dicembre 2013 con 5 eventi al giorno. Info e biglietti: Edicola “Lo Scarabocchio”, Corso Vittorio Emanuele 203, tel. 0884.562299 – 347.8549270

La settima edizione del Teatro Civile Festival di Legambiente è promossa da Legambiente, Regione Puglia (Assessorato al Mediterraneo, Cultura, Turismo), Unione Europea (PO Fesr 2007/2013 Asse IV – 4.3.2/D), Comune di Monte Sant’Angelo (città Unesco), Comune di Orsara di Puglia, Consorzio Five Festival Sud System (5FSS) – in collaborazione con Tuttoteatro.com e Compagnia Bottega degli Apocrifi.

www.festambientesud.it

Teatro civile festival - logo

Teatro civile festival