Home » FestambienteSud » “Terra”, a FestambienteSud la nuova produzione degli Area dedicata a Lampedusa

“Terra”, a FestambienteSud la nuova produzione degli Area dedicata a Lampedusa

“Terra”, a FestambienteSud la nuova produzione degli Area dedicata a Lampedusa

Domenica 27 luglio 2014, a Monte Sant’Angelo (Gargano, Puglia), nell’ambito della decima edizione di FestambienteSud, il festival nazionale di Legambiente per il Sud Italia, si terrà il debutto assoluto di “TERRA”, il nuovo spettacolo degli AREA – International POPular Group su Lampedusa.

In tutte le lingue dei migranti, Lampedusa oggi significa “salvezza”. Questo soprattutto grazie alla comunità dell’isola, che da anni si prodiga ad accogliere e fornire il primo soccorso a chi sopravvive alla traversata.

Guerre civili e distruzione dell’ambiente, saccheggi neocoloniali e la conseguente miseria inflitta a interi popoli, stanno alla base di questo disastro umanitario, che ha reso il canale di Sicilia forse la più grande fossa comune in epoca moderna.

Per Rossella Muroni, direttrice generale di Legambiente, “Terra è un pretesto per ribadire che il mare è una risorsa che unisce e non può dividere. Attraverso il linguaggio dell’arte vogliamo ricordare la notte del 3 ottobre 2013, quando 368 persone persero la vita in un naufragio vicino alle coste di Lampedusa. Ma anche ribadire che quella non fu una sciagura isolata: migliaia di uomini, donne e bambini muoiono, infatti, ogni anno perché costretti ad attraversare il Mediterraneo. Sono in fuga da persecuzioni, dittature, guerre e miseria e non hanno altra scelta che mettere in pericolo la loro vita”. Muroni conclude – “Da FestambienteSud parte l’appello affinché certe tragedie non si ripetano: perché chi fugge possa trovare una via sicura, perché l’Italia e l’Europa siano paesi accoglienti e solidali”.

“FestambienteSud è diventato un festival che produce ed esporta cultura” – dichiara Franco Salcuni, direttore del festival, che prosegue – “Dopo la produzione di ‘Quel gran pezzo dell’Italia’ con Giuseppe Cederna e lo spettacolo in cui Moni Ovadia canta Matteo Salvatore, FestambienteSud produce un’opera rock dedicata a Lampedusa. E lo fa con il simbolo della migliore musica italiana, gli Area, che tornano, dopo circa 30 anni, a produrre un nuovo spettacolo”. Salcuni conclude – “La nostra è una sfida, una scommessa: la cultura può e deve far riflettere e farsi portatrice di grandi temi e messaggi”. 

“Terra racconta il dramma di Lampedusa come esempio emblematico di un’emergenza sociale, impossibile da raccontare se non in una visione geopolitica globale, che ci coinvolge tutti” – dichiarano gli Area, Patrizio Fariselli e Paolo Tofani, che aggiungono – “La nostra musica, attraverso i brani storici ma anche nuove composizioni, modella un percorso multidisciplinare che affronta le tematiche dell’emigrazione e le relative cause con l’attitudine coinvolgente e radicale che ha sempre contraddistinto i lavori del gruppo”.

TERRA si svolgerà nell’arco di un’intera giornata, in quattro distinti appuntamenti:

ore 6, nella torre a mandorla del Castello Normanno-Svevo-Aragonese di Monte Sant’Angelo, all’alba, ”La partenza” – Performance di Paolo Tofani e Lucia Vasini.

ore 18, nella Sala conferenze della Biblioteca Comunale di Monte Sant’Angelo, “La consapevolezza e il coraggio” Performance di Walter Paoli e Marco Micheli, seguita dalla proiezione del filmato di Silvestro Montanaro “Sankara… e quel giorno distrussero la felicità” con, al termine, teleconferenza via Skype con l’autore, in diretta dall’Ecuador.

ore 21, nel Chiostro delle Clarisse, “Terra” – Area Open Project Paolo Tofani, Walter Paoli, Marco Micheli, Patrizio Fariselli, Lucia Vasini, Andrea Kvas, Cleo Fariselli

ore 23.30, nella Tomba di Rotari, “La condivisione” Performance di Cleo e Patrizio Fariselli.

“Terra” è un progetto ideato da FestambienteSud | Una produzione di FestambienteSud e Art Up Art con la collaborazione di Legambiente, Comune di Lampedusa, Comitato 3 Ottobre. Musica dal vivo: AREA | Voce narrante: Lucia Vasini | Azioni sceniche e scenografie: Andrea Kvas e Cleo Fariselli | Regia: Velia Mantegazza | Testi: Massimo Carlotto, Gianni “Frankenstein” Sassi, Cristina Bergo, Tinin Mantegazza, Cora Coralina e Khalil Gibran, Giusi Nicolini| Direzione Musicale: AREA

Gli Area – per il secondo anno consecutivo – sono i direttori artistici di FestambienteSud e hanno programmato, per la decima edizione, i concerti di Elio, Roberto Vecchioni, Tom Harrell 6th con la partecipazione di Esperanza Spalding, Dave Liebman/Steve Swallow/Adam Nussbaum, Nasodoble e altri.


 

FestambienteSud – ecofestival delle questioni meridionali e della qualità culturale del territorio – è il festival nazionale di Legambiente per il Sud Italia ed è promosso da Legambiente con il sostegno di Regione Puglia – Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo, Comune di Monte Sant’Angelo, GalGargano, Camera di Commercio di Foggia, Parco Nazionale del Gargano, in collaborazione con Fondazione Apulia Felix, Fondazione Banca del Monte di Foggia, Istituto Italiano di Studi Filosofici di Napoli, Società Filosofica Italiana, ArtupArt, Luc, Mad, Artefacendo.

FestambienteSud aderisce alle reti di festival FestambienteNet e Consorzio Five Festival Sud System ed è un festival a zero emissioni di CO2, grazie alla collaborazione di AZZEROCo2 l’evento è compensato tramite un progetto di forestazione in Italia, Sponsor tecnico: Carlsberg.

 

Legambiente FestambienteSud
Ufficio Comunicazione
Pasquale Gatta _ 348.7196465 _ festambientesud@gmail.com
www.festambientesud.it

Terra_Area su LampedusaTerra_Area per Lampedusa_FestambienteSud


Rispondi